Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Strattera può trattare l’Enuresi quando presente nel bambino ADHD by Russell Barkley

Per quasi 20 anni, l’atomoxetina (Strattera) che non è unp stimolante ha dimostrato di essere efficace come gli stimolanti per gestire l’ADHD in termini di percentuale per le persone che rispondono bene al farmaco. Tuttavia, il farmaco è leggermente meno efficace degli stimolanti in termini di grado di miglioramento dei sintomi dell’ADHD. Però può essere una buona scelta farmacologica quando l’ADHD coesiste con disturbi d’ansia o tic o sindrome Tourettes in quanto non sembra foto enuresi e adhdpeggiorare queste altre condizioni.
C’è stata anche una ipotesi che l’atomoxetina potrebbe anche essere valido per il trattamento di enuresi nei bambini con ADHD dato che il farmaco è un inibitore della ricaptazione della noradrenalina e che tali farmaci hanno dimostrato di essere utili nel trattamento di enuresi (enuresi notturna) .
E’ stato appena pubblicato uno studio che ha testato questa idea ed è stato trovato essere vero. Il farmaco è stato utile per aiutare a gestire enuresi notturna nei bambini con alti livelli di sintomi di ADHD.
Ho pensato quello che avreste desiderato conoscerla.

Atomoxetina migliora enuresi notturna con Disturbo subclinica da deficit di attenzione / iperattività (ADHD).
Ohtomo Y. (Pediatr Int. 2016 agosto 8., Epub ahead of print)

ABSTRACT:
Recenti studi hanno dimostrato che l’incontinenza e l’ADHD coesistono e interagiscono reciprocamente. Tuttavia, non è stato stabilito il trattamento per i pazienti affetti da Enuresi Notturna (d’ora in poi chiamata NE) e ADHD.

METODI:
Alle prime visite alla clinica ambulatoriale, è stata eseguita come da routine l’esame fisico accurato e la storia prendendo in 265 nuovi pazienti con NE. Dopo essere stato escluso la possibilità di ADHD in comorbidità e disturbi correlati, i pazienti con MNE (NE monosintomatica) sono stati trattati con desmopressina (Nota di Convivere: http://www.enuresi.net/…/trattamento-desmopressina-enuresi-… e quelli con NMNE (NE non monosintomatica) sono stati trattati con anticolinergici (Nota di Convivere: http://www.asst-spedalicivili.it/…/OPZIONI%20TERAPEUTICHE_7… ).

Questi trattamenti per 12 settimane non hanno funzionato in 65 pazienti e abbiamo ri-valutato se avessero l’ADHD comorbidità, e 24 hanno incontrato i criteri diagnostici. Sono stati trattati con atomoxetina (superiore a 1,8 mg / kg / die) in aggiunta alla terapia continua per l’enuresi.

RISULTATI:
Dopo 8 settimane di terapia atomoxetina, la media delle notti bagnate per mese erano significativamente diminuite: 18,5-4,6 a MNE (p = 0,001) e 22,1-12,4 a NMNE (p = 0,0251). Complessivamente, il trattamento atomoxetina è stato utile a 19 di 24 casi.

CONCLUSIONI:
La nostra esperienza clinica supporta l’utilizzo di atomoxetina può essere una delle opzioni per NE refrattaria con ADHD in comorbidità.

Liberamente tradotto per “Convivere con l’Adhd” dalla pagina facebook dello scienziato Russel Barkley

4 thoughts on “Strattera può trattare l’Enuresi quando presente nel bambino ADHD by Russell Barkley

  • rita ha detto:

    Buona sera sono una mamma di una bambina a cui a 6 anni circa è stata diagnosticata L’ADHD oggi ha 12 anni e dopo il menarca a luglio 2016 il suo comportamento è peggiorato. Oppositiva lo è sempre stata un po..ma ad oggi è peggiorato il comportamento oppositivo provocatorio. A casa a scuola e durante le attività ludiche. Io e mio marito nn ci aspettavamo un cambiamento così forte. Nonostante sia in trattamento con ritalyn ed equasim dall’età di 9 anni. Da quest’anno si oppone anche ad assumere la tp. Poi la prende però all’inizio dell’anno scolastico abbiamo fatto molta fatica. Per cortesia potreste darci indicazioni sul DOP? Grazie.

    • Paolo ha detto:

      Buongiorno Rita e grazie per aver interagito con questo tuo commento.
      Innanzitutto aldilà dell’adolescenza e del diventare donna che di per se comporta già i suoi problemi con ragazzi/e affetti da ADHD, ci sono importanti passaggi da fare.
      Ovvero l’adhd è un disturbo che muta nel crescere ed alcuni tratti che a 6 anni non hanno ancora avuta una manifestazione o erano appena accennati, possono diventare e delle vere e proprie comorbilità e delle problematiche molto importanti che insieme all’adhd possono peggiorare anche di molto il quadro della problematica.
      Detto ciò, l’esperienza mi dice:
      a) ogni 12 al max 18 mesi va fatto un follow-up (visita di controllo) ed una parziale rivalutazione del minore.
      b) Il DOP in genere va trattato con terapia cognitivo-comportamentale, ma secondo le tendenze da sempre in vigore, per evitare che questo si trasformi in DC (Disturbo della Condotta) da subito alcuni specialisti prescrivono il metilfenidato e qualora la TCC + Ritalin non sono sufficienti, possono aggiungere altri farmaci.
      Se non hai fatto fare a tua figlia una rivalutazione seria, cerca di fargliela fare subito e laddove non fossi soddisfatta, fosse in mia figlia la porterei nei Centri di Riferimento d’eccellenza per la diagnosi e terapia multimodale dell’ADHD che sono presenti in Italia.
      Che dirti se non in bocca al lupo e che siamo a disposizione per ogni altro dubbio o chiarimento avessi da chiedere.

  • maria campana ha detto:

    Salve, sono la mamma di un bimbo di 7 anni a cui la nps ha diagnosticato tratti di ADHD e ritardo lieve.
    Vorrei far fare al mio piccolo una valutazione più approfondita in qualche Centro di Riferimento d’eccellenza per la diagnosi e terapia multimodale dell’ADHD presenti in Italia, me ne sapete consigliare qualcuno? sono disposta anche ad andare fuori regione. Grazie
    Maria

    • Paolo ha detto:

      Buongiorno, non avendo lei specificato in quale regione vive, non sono in grado di essere preciso.
      Attualmente il Centro di Riferimento di eccellenza per l’adhd dove porterei porterei mio figlio è lo Stella Maris sito a Calambrone (Pisa) diretto dal prof. Gabriele Masi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *