Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Si chiama NEBA, e può determinare se i sintomi di un bambino sono causati dall’ADHD o da un’altra problematica. by Steven Snyder, Ph.D*

Nota di “Convivere con l’ADHD”: Il fatto di riportare questo articolo sul dispositivo in questione, non vuole in nessun modo essere un lasciapassare o una validazione di NEBA, ma solo dare una notizia su una nuova tecnologia messa a punto, di cui attendiamo altre validazioni nel prossimo futuro.

Dopo che la FDA (Fud and Drug Administration USA) aveva approvato NEBA come un test biologico che può aiutare un medico valutare il paziente per l’ADHD, molti hanno fatto pesare con le loro opinioni. C’erano molte idee sbagliate sulla stampa che hanno criticato NEBA in quanto lo si vedeva come un sostituto per la diagnosi del medico. Purtroppo, la stampa ha sbagliato. Niente potrebbe essere più lontano dalla verità. NEBA ha lo scopo di fornire le informazioni in chiave clinica su un paziente che può portare a una diagnosi di ADHD – o non.

Come può un test biologico aiutare un clinico nella diagnosi di ADHD ? Questa è sempre stata la domanda chiave. Quando stavamo sviluppando il test, molti medici avevano spiegato che è abbastanza semplice determinare se i sintomi di ADHD sono presenti. Questo fatto è facilmente supportato da interviste, questionari e scale di valutazione. La sfida arriva quando il clinico deve determinare se i sintomi sono dovuti all’ ADHD o da altra problematica. I clinici hanno bisogno di aiuto in questo.

NEBA Salute ha trascorso otto anni mostrando che un test biologico potrebbe aiutare. Abbiamo dimostrato che in 20 minuti di elettroencefalogramma (EEG) può essere utilizzato per identificare i bambini e gli adolescenti che hanno più probabilità di avere altre problematiche che possono aumentare i sintomi di ADHD.
Tali condizioni includono trauma cranico, abuso di sostanze, e il disturbo elaborazione uditiva, tra molti altri. Abbiamo dimostrato che il nostro EEG biomarker è relativamente più basso nei bambini e adolescenti che hanno più probabilità di avere queste altre problematiche ed è relativamente più elevato nei bambini e ragazzi che hanno l’ADHD. Il medico si adopra in ultima analisi nei casi in cui il risultato del biomarker è minore, ad eseguire ulteriori test in base a ciò che si conosce dell’individuo.

Il nostro studio principale ha dimostrato che questo ulteriore passaggio migliora la certezza della diagnosi del medico. La cosa più importante, è che il bambino o l’adolescente ha più probabilità di ricevere un trattamento mirato che può aiutarlo.
Dopo l’annuncio della FDA nel luglio dello scorso anno, molte cliniche in tutta la nazione hanno esaminato le prove e adottato NEBA. I casi di studio dei medici e indagini delle associazioni di genitori sono stati positivi. Ecco un esempio comune. Un medico ha stabilito che l’ansia era presente in un adolescente, ma non era certo se la disattenzione del ragazzo fosse causata dall’ ansia o dall’ADHD. Il biomarcatore NEBA basso sosteneva che i sintomi di ADHD fossero stati più probabilmente a causa di un’altra condizione. Dopo aver esaminato tutte le informazioni disponibili, compresi i dati dei test NEBA, il medico ha deciso di trattare e gestire per prima l’ansia mentre monitorava i sintomi dell’ADHD. Il medico ha scoperto che, dopo aver trattato con successo l’ansia del ragazzo, i sintomi della disattenzione dell’adolescente si erano risolti.

Ecco un altro esempio. Un medico ha stabilito che l’ADHD era presente, ma il genitore dell’adolescente non credeva che l’ADHD era la fonte dei sintomi. Il genitore ha detto che il vero problema era che l’adolescente non funzionava in quanto non si impegnava sufficentemente. NEBA ha fornito il supporto di conferma della presenza di ADHD. Il nostro studio principale ha anche dimostrato che quando il biomarcatore EEG è relativamente alto, suppone una diagnosi di ADHD . Il clinico aveva utilizzato tutte le informazioni disponibili, inclusa quella di NEBA, affinché i genitori si sentissero più convinti della diagnosi di ADHD. Con il supporto del genitore, l’adolescente è stato aiutato nel trattamento e nella gestione del piano del medico.

Gli studi, le recensioni della FDA, hanno detto che il supporto dato dall’uso clinico di un test biologico come NEBA può aiutare un medico nella valutazione dell’ADHD e di rispondere alla domanda cruciale: Una persona ha l’ADHD o qualcos’altro?

*Steven Snyder, Ph.D., è il vice presidente di ricerca e sviluppo a NEBA Salute. Il suo lavoro si è concentrato sulla EEG e ADHD dal 2001. Ha pubblicato la ricerca in numerosi settori, tra cui la psichiatria, la fisiologia, biofisica, e le biotecnologie.

Liberamente tradotto per “Convivere con l’ADHD” da AdditudemagNEBA EEG Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.