Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Ricordare quello che hai letto by Keath Basso*

Suggerimenti per le persone affette da ADHD e per chiunque lotta per ricordare quel che legge by Keath Basso*

Se sei un adulto con ADHD, ricordare quello che hai letto è qualcosa che probabilmente qualcosa con cui hai lottato. Molte persone – con e senza ADHD – hanno dovuto farci i conti.
Non è insolito essere disturbati da pensieri interni o distrazioni esterne, in particolare quando la lettura non è interessante o è addirittura noiosa. Può spesso succedere di perdere il segno di dove siete arrivati, saltare delle parole nei passaggi più lunghi, o potreste essere visivamente distratti da tutte le parole sulla pagina. Ricordare quel che hai letto Foto
Si può avere difficoltà ad individuare e ricordare i punti principali di ciò che si è appena letto, o si può semplicemente andare fuori zona ed essere assaliti dal sonno durante la lettura.
Per fortuna, ci sono alcune strategie che si possono provare durante la lettura e la memoria sembra quasi impossibile.
Consigli per la lettura e per ricordare
• Leggere ad alta voce invece di silenzio.
• A piedi o camminare intorno mentre si legge.
• Prendere brevi pause per il movimento.
• Utilizzare i libri audio, o avere qualcuno che legge per voi.
• Parlare di ciò che avete appena letto. Discutere con un amico, o semplicemente parlare ad alta voce a se stessi.
• Utilizzare penne colorate ed evidenziatori per sottolineare i punti principali.
• Prendere appunti durante la lettura, poi tornare indietro e riassumere i punti principali.
• Utilizzare un segnalibro o un righello facendolo scivolare in basso nella riga susseguente dopo aver letto ogni riga, in modo da non perdere il segno.
• Se si dispone di una grande quantità da leggere, dividere il materiale in piccoli pezzi più gestibili, poi prendere una pausa premiandoti dopo ogni sezione.
• Capire che cosa funziona meglio per voi se è meglio una tranquilla zona lettura o uno con un po ‘di rumore di fondo.
• Tenere un blocco di carta nelle vicinanze. Se si viene distratto da pensieri interni, annotate il pensiero per ricordarlo e tornare su di lui in un secondo momento. Dopo aver buttato giù il pensiero, metterlo da parte per dopo.

* Keath Basso, MA, è una psicoterapeuta esperta in ADHD che collabora con Carolina Institute for Developmental Disabilities presso la University of North Carolina.
Liberamente tradotto per “Convivere con l’adhd” da add.about.com
htp://add.about.com/bio/Keath-Low-32824.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.