Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Perché ho detto addio al figlio sognato e perché dovresti farlo!

(Questo vorrebbe essere il regalo di Natale 2018, di Convivere con l’ADHD)

Quello che stai per leggere è qualcosa di cui molti genitori di bambini con ADHD hanno difficoltà a parlare. Molti genitori hanno persino difficoltà ad accettarlo.
So che mi ci è voluto un po’ per accettarlo, ma il fatto è che ora che lo ho realizzato, sento di essermi scrollato di dosso una grande quantità di peso dalle mie spalle.

Ecco. Ho salutato mio figlio, l’angioletto perfetto che sognavo quando ero incinta. Il bambino con cui avrei passato molti momenti felici quando l’avrei portato al parco, a fare shopping in vacanza e in famiglia.
Il bambino che sarebbe eccelso a scuola e che si sarebbe trovato nel registro d’onore.
Il bambino che avrebbe avuto molti amici e che sarebbe stato invitato a molte feste di compleanno.
Il bambino che sarebbe stato sempre stato educato, rispettoso e gentile.
Colui che sarebbe stato ammirato sia dagli adulti che dai coetanei: tutti la avrebbero adorato.

Invece, ho salutato il mio vero figlio, il bambino che può avere una crisi in un certo momento per qualsiasi ragione, non importa dove siamo.
Il bambino che può trovare qualcosa di negativo da dire mentre è a Disneyland, il posto più felice della terra.
Il bambino che ogni giorno si lamenta della scuola, che resiste al dover fare i compiti, e non si preoccupa di ottenere buoni voti.
Il bambino che è forte, impulsivo e immaturo, e che quindi ha difficoltà a mantenere gli amici.
Il bambino che diventa vittima di bullismo e quasi mai viene invitato a feste di compleanno.
Il bambino che viene giudicato e discusso per essere diverso non solo dai suoi coetanei, ma anche dagli adulti. 

Questo. Tutto questo è mio figlio, il mio vero figlio, e sai una cosa? Lo amo. Lo adoro. E’ un tesoro.
Una volta che ho visto mio figlio, intendo che ho visto il mio vero figlio, ho potuto amarlo e aiutarlo nel modo in cui aveva bisogno che io lo facessi.
Sono stato in grado di modificare la mia genitorialità per soddisfare i suoi bisogni.
Mi stava cambiando la vita. E sai cosa? Essere suo genitore è una vera seccatura.
I genitori di bambini con ADHD hanno a che fare molto di più di un genitore tipico.
Sento che usiamo ogni grammo della nostra energia per aiutare i nostri figli.
Siamo costantemente alla ricerca di terapie, farmaci, strumenti di fiducia, aiuti allo studio, ecc. Inoltre, dobbiamo costantemente difendere i nostri figli e ancora difenderli.
Ogni volta che ne abbiamo la possibilità, facciamo del nostro meglio per educare gli altri, in modo che capiscano i nostri figli e mostrino loro compassione e gentilezza.

Come molti genitori degli ADHD sanno, l’ADHD non riguarda solo il fatto di non essere in grado di focalizzarsi o sedersi fermi.
Molte condizioni coesistenti possono insorgere con l’ADHD, quindi i genitori stanno anche aiutando i loro figli ad affrontare altre condizioni come la depressione, l’ansia e il DOP (Disturbo Oppositivo Provocatorio).
L’ADHD può anche incidere sull’autostima di un bambino, così i genitori cercano costantemente di aiutarli a costruirla nei loro figli.
L’ADHD e i farmaci possono anche interferire con l’appetito e il sonno di un bambino.

C’è anche l’incredibile quantità di colpa e vergogna che un genitore può provare per una serie di motivi.
Se scegli di medicare, devi fare i conti con le montagne russe per trovare il tipo e il dosaggio corretto, che cambieranno spesso man mano che il bambino cresce.
Devi anche avere a che fare con il giudizio degli altri per aver dato a tuo figlio dei farmaci, anche se è una decisione estremamente personale e hai passato molte notti insonni a preoccuparti di questo.
I genitori possono anche sentirsi in colpa per la sensazione di trascurare gli altri figli spendendo così tanto tempo ed energie sul loro bambino con ADHD; e la lista potrebbe continuare all’infinito.
Come me, essere un genitore di un bambino con ADHD non è quello che hai immaginato per te e la tua famiglia. Non è il sogno che si avvera che hai fantasticato su quando hai deciso di iniziare una famiglia.
La tua vita è più difficile a causa del tuo bambino? Sì. È più stressante? Scommettici pure.
Come ho detto precedentemente, essere un genitore di un bambino con ADHD che è un rompicoglioni, perché siamo onesti qui, lo è davvero.

Ma pensa a tutto ciò che fai per tuo figlio.
Pensa a tutto questo amore, aiuto, sostegno e guida che gli stai dando, che gli hai dato e continuerai a darlo per tutta la vita.
Pensa a tutti i modi in cui abbracci, i suo vero se stesso e il suo ADHD.
Ad essere onesti, molto probabilmente il tuo bambino non vede tutto quello che fai per lui, che so può essere incredibilmente frustrante perché non ti senti apprezzato.

La linea di fondo (e la grande immagine) è questa: ti garantisco che quando il tuo stupefacente bambino maturerà, inizieranno a realizzarsi tutti i meravigliosi modi in cui sei andato al di sopra e al di là per lui.

Sarà per sempre grato di essere stato benedetto per aver avuto un genitore come te, che gli ha permesso di mostrare il suo vero colore e che si è sentito amato incondizionatamente.

Sei il genitore perfetto per tuo figlio e stai facendo un lavoro stupendo.

Fonte: mylittlevillagerscom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *