Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Glossario ADHD

Ho pensato che potesse essere utile una piccola  raccolta di termini che possono avere a che fare con l’ADHD. Sono in rigoroso ordine alfabetico e ovviamente man mano che passeranno i giorni la aggiornerò,  al fine che diventi sempre più corposa, anche grazie al vostro contributo, se vorrete.

adhd20biblio2 

– ADHD O DDAI: (Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder), in italiano Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività.

– COMORBILITA’: dette anche comorbidità, in campo medico, si intende la coesistenza di  due (o più) patologie diverse in uno stesso individuo.

– DISTIMIA: o disturbo distimico,  si può definire la distimia una depressione cronica più lieve neisintomi rispetto alla depressione maggiore ma prolungata nel tempo. La distimia puòcomparire sin dall’adolescenza.

– DISTURBO BIPOLARE: Si tratta di un disturbo caratterizzato da gravi alterazioni dell’umore, equindi delle emozioni, dei pensieri e dei comportamenti.

– DISTURBO D’ANSIA GENERALIZZATO: è un disturbo d’ansia caratterizzato da uno stato di preoccupazione per diversi eventi, che risulta eccessivo in intensità, durata o frequenza rispetto all’impatto o alla probabilità reali degli eventi temuti dal soggetto. Tale stato, inoltre, non risulta associato a specifiche circostanze, è difficile da controllare per chi lo sperimenta ed è presente nel soggetto per la maggior parte del tempo per almeno sei mesi.

– DISTURBO DELLA CONDOTTA (DC): è caratterizzato da quei bambini che manifestano comportamenti aggressivi e antisociali attraverso l’uso di  inganni e raggiri, danneggiamento di oggetti o proprietà, calunnie,  insulti, sfide  e aggressioni fisiche.  Bambini con il Disturbo della Condotta, nella maggior parte dei casi hanno alle spalle una diagnosi di Disturbo Oppositivo-Provocatorio.

– DISTURBO DELL’UMORE: alterazioni o anomalie del tono dell’umore dell’individuo, che siano di entità tale da causare alla persona problemi o disfunzioni persistenti o ripetute oppure disagio marcato.

– DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO (DOC O OCD): è un disturbo d’ansia caratterizzato dalla presenza di ossessioni e compulsioni.

– DISTURBO OPPOSITIVO PROVOCATORIO (DOP): si applica a bambini che esibiscono livelli di rabbia persistente ed evolutivamente inappropriata, irritabilità, comportamenti provocatori e oppositività, che causano menomazioni nell’adattamento e nella funzionalità sociale.

– DISTURBO DI PANICO: è uno stato di intensa paura, caratterizzato dalla comparsa, almenoquattro dei seguenti sintomi: palpitazioni, sudorazione, tremori, dispnea, sensazione di asfissia, dolore al petto, nausea, sensazione di instabilità e sbandamento.

* DISTURBO DI PERSONALITA’ BORDERLINE: è essenzialmente un disturbo della regolazione delle emozioni. Le persone borderline possono oscillare rapidamente, ad esempio, tra la serenità e la forte tristezza, tra l’intensa rabbia e il senso di colpa. A volte emozioni differenti sono presenti nello stesso momento, tanto da creare caos nel soggetto e nelle persone a lui vicine. Le persone che hanno questo disturbo fanno fatica a stabilire rapporti di amicizia, affetto o amore stabili nel tempo, vivono con estrema intensità dei rapporti che quasi sempre falliscono o risultano emotivamente distruttivi.

* DISTURBO PERVASIVO DELLO SVILUPPO: è una grave e generalizzata compromissione dello sviluppo dell’interazione sociale reciproca, associata con una compromissione della capacità di comunicazione verbali o non verbali o con la presenza di comportamento, interessi o attività stereotipati.

– DISTURBO POST TRAUMATICO DA STRESS (DPTS): si manifesta in conseguenza di un fattore traumatico estremo, come la morte, la minaccia di morte, o gravi lesioni, o una minaccia all’integrità fisica propria o di altri, come, ad esempio, aggressioni personali, disastri, guerre e combattimenti, rapimenti, torture, incidenti, malattie gravi.

– DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO (DSA): Dislessia, Disgrafia, Discalculia.

– EQUASYM: Psicofarmaco sintomatico di prima scelta per l’ADHD, il cui principio attivo è il metilfenidato. Al contrario del Ritalin di cui condivide la stessa molecola, è a rilascio modificato, ovvero ha due rilasci, il primo di circa il 30% immediatamente, il secondo circa il 70% dopo circa 2 ore e mezza. Per questo motivo la sua azione si protrae per circa 6-7 ore dall’assunzione.

– FOBIA SOCIALE: è un disturbo d’ansia caratterizzato da ansia significativa indotta dalla esposizione a determinate situazioni interpersonali o di prestazione in pubblico.

– IMPULSIVITA’: Comportamento costituito da azioni o scelte compiute sotto la spinta di un’impellente pulsione, e contraddistinto da scarso o mancato intervento di un controllo inibitorio appropriato. Per controllo inibitorio si intende la capacità di trattenersi nell’azione o nella scelta per tutto il tempo necessario a valutarne i costi e i benefici, le possibili conseguenze e le opportunità alternative a disposizione, permettendo infine di compiere l’azione o la scelta stessa in maniera più consapevole e razionale. 

– INDENNITA’ DI FREQUENZA: è una indennità mensile a norma dell’ art. 1 della l. 289/1990,l’indennità mensile di frequenza che spetta a quei minori cui siano state riconosciute dalla competente Commissione INPS difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni della propria età o che, per la loro minorazione, devono far ricorso continuo o anche periodico a trattamenti riabilitativi.

– LEGGE 104/92: regolamenta e tutela le situazioni di minorazione fisica e/o sensoriale e/o psichica tali da costituire un handicap. Il sostegno scolastico è previsto per gli allievi certificati ai sensi di questa legge.

– MIOCLONO NOTTURNO: È un movimento involontario che si verifica durante il sonno, caratterizzato da movimenti stereotipati di una o di entrambe le gambe che può essere associato all’ adhd nei bambini e che non permette loro di arrivare al sonno profondo. Il movimento consiste in dorsiflessione del piede, estensione dell’alluce e, sovente, flessione della gamba e della coscia. Il movimento è periodico e si ripete a intervalli di 20-30 secondi durante il sonno notturno, persistendo da 30 minuti fino ad alcune ore. Al contrario di molti disturbi del movimento che scompaiono durante la fase di sonno, il mioclono notturno è, invece, indotto proprio da questa fase. I movimenti periodici si verificano nella maggior parte dei pazienti con la sindrome delle gambe senza riposo. 

– PARENT TRAINING: è un lavoro psico educativo e di sostegno rivolta ai genitori di bambini con adhd al fine di sviluppare maggiore consapevolezza e competenza nella risoluzione di problematiche inerenti la gestione e l’educazione dei figli.

– PSICOTERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE: è la psicoterapia riconosciuta d’eccellenza in tutto il mondo per coloro che sono affetti dal disturbo dell’adhd. Si propone di aiutare i pazienti ad individuare i pensieri ricorrenti e gli schemi disfunzionali di ragionamento e d’interpretazione della realtà, al fine di sostituirli e/o integrarli con convinzioni più funzionali. Con questa psicoterapia si possono ottenere tra le altre cose: la riduzione o l’eliminazione dei rituali compulsivi, la promozione delle relazioni con gli altri, la diminuzione dell’isolamento sociale.

– RITALIN: Psicofarmaco sintomatico di prima scelta per l’ADHD, il cui principio attivo è il metilfenidato. In Italia è commercializzato solo nel tipo a rilascio immediato dopo la somministrazione, i cui effetti durano tra le 3 e le 4 ore dopo l’assunzione.

RITARDO MENTALE: è la presenza di un funzionamento intellettivo significativamente inferiore alla media a cui si accompagnano limitazioni significative nel funzionamento affettivo, sociale e scolastico del bambino o adolescente. Il ritardo mentale può essere: lieve, moderato, grave, profondo. Si parla di ritardo mentale se l’esordio avviene prima dei 18 anni.

– STRATTERA: Farmaco utilizzato nella terapia dei sintomi dell’ADHD, il cui principio attivo è l’atomoxetina. I suoi effetti sono visibili dopo circa 3-4 settimane dall’assunzione, quando la concentrazione nel sangue arriva ai livelli ottimali.    

– TEACHER TRAINING: è un percorso per insegnanti che permette di acquisire informazioni, strumenti utili e strategie per lavorare con bambini/adolescenti che presentano adhd. Il fine che si propone il Teacher Training è quello di acquisire maggiore consapevolezza e competenza nella risoluzione di problematiche inerenti la gestione degli alunni con ADHD, agevolare l’apprendimento e la partecipazione al gruppo classe.

– TERAPIA MULTIMODALE DELL’ADHD: terapia d’eccellenza nei casi di adhd da moderato a severo, che riesce a combinare interventi psicoeducativi con la terapia farmacologica. 

– TIC: Movimento brusco, involontario, rapido e ripetuto con una certa frequenza, che il più delle volte interessa la muscolatura del volto (movimenti di ammiccamento, di stiramento della bocca, di arricciamento del naso), ma che può presentarsi in qualsiasi distretto della muscolatura.

– TOKEN ECONOMY: è una tecnica psicologica di riabilitazione, di “contratto educativo”, molto usata a favore dei soggetti affetti da adhd,  tramite il quale un genitore/educatore/riabilitatore stipula un accordo con il soggetto: ad ogni comportamento corretto, quest’ultimo riceverà un gettone (o altri oggetti Simbolici), e ad ogni infrazione, gliene sarà tolto uno o non gliene verrà assegnato alcuno. In cambio di un certo numero di gettoni sarà garantito al bambino un determinato “rinforzo” materiale (premio).

Il disegno è di Deflorian per Aifaonlus

8 thoughts on “Glossario ADHD

  • Anna ha detto:

    Mio figlio è ADHD, ho parlato con gli specialisti e tutto ciò che vi è scritto qui: E’ FALSO! Ma da dove le ha prese? Ma lei chi è?

    • adminccadhd ha detto:

      Grazie per il suo intervento Anna. Io sono solo un genitore e nulla più; se ne vuole sapere di più di me può andare a leggere mie notizie cliccando su “chi sono”. Rispettando le opinioni di ognuno, Le faccio presente gentile Anna che tutte le cose che ho scritto sono state da me reperite da articoli scientifici.
      Inoltre mi permetto di consigliarLe che se suo figlio è nelle mani di qualche specialista o pseudo tale, di cambiare medico, in quanto ritengo che sia prevenuto ideologicamente. Auguro le migliori fortune, a Lei, ma in particolare a suo figlio. In bocca al lupo!!!!!

  • Mawan ha detto:

    Your review is good as alayws – telling the theme, suggesting the story outlines and creating interest to watch the movie. One thing to correct in the post – cast of Dil Chahta hai is Akshay khanna not Rahul apart from Aamir & saif.

  • ppinews.co ha detto:

    Hiya! This is the third time visiting now and I really just wanted to say I truley relish reading through your blog. I decided to bookmark it at digg.com with the title: and your Web address: . I hope this is all right with you, I’m trying to give your great blog a bit more visibility. Be back shortly.

  • Giuseppina ha detto:

    Buongiorno guardando questo articolo rivedo il mio ragazzo che oggi ha 21anni e la situazione e peggiorata, nn riesco a capire come nn si possa capire questa patologia e nn aver aiuto da nessuno, a partire dallinps a finire dal mio dottore.ho avuto aiuto dalla ns famiglia di bosisio parini fino ai 18anni compiuti e poi finito tutto, il lavoro lo perde, con i mezzi nn si sposta, il farmaco, quale farmaco?, insomma soli soli , sono disperata, io sn di seveso nessuno mi puo aiutare? Nn lavoro e siamo in 5 in fam. Lavora solo il marito, il maggiore lavora e ovviamente vive in casa e i suoi soldi li sta,mettendo via , sa di nn poter contare su di noi. Grazie se qualcuno legge questo messaggio aiutatemi.

    • Paolo ha detto:

      Ciao Giuseppina! Il tuo grido di dolore giunge forte e chiaro. Il mio consiglio è di contattare la Referente Regionale per la Lombardia dell’Aifa Onlus della Lombardia e vedere se ti può dare una mano. Io te la darei volentieri, ma sono lontano da te e non conosco la strutturazione dei servizi nel tuo territorio.
      Questo è il link tramite il quale li puoi cercare cliccando poi sulla regione in cui vivi: https://www.aifaonlus.it/centri-e-risorse/centri-e-risorse.htm
      Se avessi problemi, ricontattami, sono a tua disposizione. In bocca al lupo!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.