Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Memoria di lavoro: cos’è e come funziona *by Peg Rosen

Colpo d’occhio

  • La memoria di lavoro è un’abilità mentale di base. È importante sia per l’apprendimento che per svolgere molte attività quotidiane.
  • La memoria di lavoro è a breve termine, consente al cervello di conservare nuove informazioni per il tempo necessario per svolgere un compito. Potrebbe anche aiutare a trasferirle nella memoria a lungo termine.
  • La maggior parte dei bambini con problemi di apprendimento e attenzione ha problemi con la memoria di lavoro.

La memoria di lavoro è un’abilità che ci consente di lavorare con le informazioni. Ci aiuta a imparare e ad eseguire anche compiti di base. La maggior parte dei bambini con problemi di apprendimento e attenzione ha problemi con questa funzione vitale. Questo è particolarmente vero per i bambini con problemi di funzionamento esecutivo e ADHD .
Ecco cosa devi sapere su questa abilità chiave e su come influisce sull’apprendimento.

Che cos’è la memoria di lavoro 

La memoria di lavoro è una delle funzioni esecutive del cervello . È la capacità di conservare nuove informazioni in modo che possiamo manipolarle ed utilizzarle in diversi modi. La memoria di lavoro ci consente di conservare le informazioni senza perdere traccia di ciò che stiamo facendo.

I bambini hanno bisogno di questa capacità per andare bene a scuola. Immaginati la scena:

L’insegnante di matematica di tuo figlio chiede alla classe di sommare 21 e 13 a mente e poi di sottrarre 6 dalla somma.

La memoria di lavoro consente al bambino di ritenere e visualizzare i numeri che l’insegnante ha indicato. Gli permette anche di ricordare quale sia la somma di 21 e 13, per poi sottrarre 6.

Il tuo bambino potrebbe non ricordare nessuno di questi numeri alla prossima lezione o anche 10 minuti dopo. E va bene. La memoria di lavoro ha svolto il suo lavoro a breve termine e le ha permesso di affrontare il compito immediato.

Come funziona la memoria di lavoro

La memoria di lavoro è come un post it nel nostro cervello. Contiene nuove informazioni in modo che il nostro cervello possa lavorarci rapidamente e magari collegarle ad altre informazioni. (L’attenzione gioca un ruolo importante in questo processo).

 

Ad esempio, il cervello può mettere degli eventi in sequenza. Oppure ordinare diversi tipi di oggetti in categorie. In matematica, la memoria di lavoro può consentire ai bambini di “vedere” i numeri che l’insegnante sta elencando come simboli nella loro testa.

La memoria di lavoro non è solo per uso a breve termine. Aiuta anche il cervello a organizzare nuove informazioni per l’archiviazione a lungo termine.

Problemi con la memoria di lavoro

Una scarsa memoria di lavoro rende difficile per i bambini utilizzare le informazioni che ottengono a scuola. In matematica, tuo figlio potrebbe ricordare i numeri che l’insegnante ha detto di aggiungere: 21 e 13. Ma potrebbe non ricordare cosa dovrebbe fare con loro. Oppure potrebbe non ritenere quella somma di 34 così da poter sottrarre 6.

 

Anche seguire Istruzioni pratiche può essere difficile. L’insegnante può chiedere a tuo figlio di mettere via gli scarponi da neve, ma prima di appendere il cappotto. Il tuo bambino può svolgere solo un compito o dimenticare quale dovrebbe essere il primo.

Il bambino potrebbe anche scoprire che le informazioni che ha ricordato non hanno molto senso. A causa dei suoi problemi di memoria di lavoro, il suo cervello non l’ha organizzate bene dall’inizio. Se i bambini imparano le informazioni in modo disgiunto, hanno problemi a usarle in seguito.

Come puoi essere d’aiuto

Se pensi che tuo figlio possa avere problemi con la memoria di lavoro, è importante scoprire se è davvero così. Se c’è effettivamente un problema di attenzione, potrebbe sembrare che abbia problemi ad archiviare le informazioni  – le informazioni non sono state indirizzate al sistema di archiviazione del cervello fin dall’inizio.

Una valutazione completa può determinare con cosa il bambino ha difficoltà. Se si scopre che il motivo è la memoria di lavoro, ci sono altri passi da fare per ottenere una valutazione più completa.

Si potrebbe quindi vedere se lui ha anche altri problemi con le funzioni esecutive  collegate all’ADHD. Se ce l’ha, i farmaci per l’ADHD possono aiutare a migliorare la memoria di lavoro durante la finestra di efficacia del farmaco.

Puoi anche collaborare con la scuola per sviluppare strategie per aiutare il tuo bambino a risolvere il problema. Ciò potrebbe includere scrivere brevi note per tenere a mente alcune informazioni che potrebbero essere difficili da ricordare, come le attività che deve svolgere. Potrebbe anche includere la suddivisione di tali compiti in un numero gestibile di passaggi.

Scopri altri segnali di problemi di funzionamento esecutivo e ADHD e come puoi comprendere tuo figlio. E’ anche importante conoscere altre difficoltà relative alla memoria di lavoro che possono influire sull’apprendimento, ad esempio problemi con il sequenziamento.

 

 

Da portare a casa

  • La memoria di lavoro influenza molti aspetti dell’apprendimento.
  • Molti bambini che sembrano avere problemi di memoria di lavoro hanno anche problemi con l’attenzione e altre funzioni esecutive legate all’ADHD.
  • Strategie come scrivere cose potrebbero aiutare a risolvere problemi di memoria. Così possono i farmaci ADHD.

*Peg Rosen Peg Rosen è uno scrittrice freelance e collaboratrice della rivista Child, dove si è concentrata su questioni relative alla salute riproduttiva delle donne, allattamento al seno, salute infantile e sviluppo infantile precoce. Vive nel New Jersey.

Fonte: understood.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *