Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Il trattamento alternativo dell’ADHD: cosa devi sapere *by Kate Kelly

COLPO D’OCCHIO
• Alcuni trattamenti alternativi per l’ADHD sono supportati dalla ricerca e altri no.
• Il farmaco è il trattamento più efficace per l’ADHD.
• Parlate con il medico di vostro figlio prima di provare qualsiasi trattamento alternativo.

Indipendentemente dal fatto che tuo figlio stia assumendo farmaci per l’ADHD , potresti chiederti cos’altro potrebbe aiutare a ridurre i sintomi. I farmaci rimangono il trattamento più efficace per circa l’80% dei bambini con ADHD. Anche la terapia comportamentale può essere utile. Ma ci sono trattamenti alternativi che puoi provare in aggiunta o in alternativa alla terapia farmacologica o comportamentale. 

Alcune di queste opzioni sono supportate dalla ricerca come efficaci in una certa misura. Gli altri di cui potreste sentire parlare non lo sono. È importante consultare il medico di tuo figlio prima di iniziare qualsiasi trattamento alternativo.
Ulteriori informazioni su questi diversi trattamenti alternativi e attività che possono alleviare i sintomi di ADHD .

TRATTAMENTI ALTERNATIVI DELL’ADHD CHE POSSONO ESSERE EFFICACI
Alcuni approcci alternativi sono stati sostenuti dalla ricerca. Gli studi hanno dimostrato che sono piuttosto efficaci nell’alleviare i sintomi dell’ADHD. Questi includono:
– Esercizio: probabilmente hai sentito che l’esercizio rilascia ormoni in grado di migliorare l’umore. Per i bambini con ADHD, può anche aumentare l’attenzione. Queste sostanze chimiche del cervello che con l’esercizio possono indurre, includono dopamina, serotonina, norepinefrina e GABA.
– I bambini con ADHD hanno spesso bassi valori di questi prodotti chimici del cervello. Il tuo bambino non ha bisogno di un programma formale per beneficiarne: 20 minuti di salti, correre su e giù per le scale o fare una camminata veloce può essere d’aiuto. La ricerca ha rilevato che una sessione di allenamento di 30 minuti ha migliorato i compiti della funzione esecutiva come la pianificazione e la definizione delle priorità.
– Uscire: quando i bambini fanno i compiti o puliscono la loro stanza, usano la loro attenzione “volontaria”. In altre parole, la messa a fuoco richiede uno sforzo.
I bambini con ADHD hanno difficoltà a sostenere l’attenzione. Trascorrere del tempo fuori, specialmente in un ambiente naturale, consente loro di passare all’attenzione “involontaria” e ottenere una pausa tanto necessaria.
Questo tipo di attenzione è coinvolta in compiti automatici. I bambini non devono pensare coscientemente a qualcosa in particolare. Dopo aver dedicato la loro attenzione volontaria durante una pausa, potrebbero essere maggiormente in grado di completare le attività che richiedono loro di concentrarsi.
– Integratori Omega: alcuni bambini con ADHD possono avere quantità inferiori di acidi grassi omega nel sangue. Questi acidi grassi aiutano i neuroni nel cervello a comunicare in modo più efficace. Una mancanza di comunicazione può causare sintomi simili all’ADHD. Questi includono e impulsività e problemi con l’attenzione.
Alimenti come pesce, noci, semi di lino e alcune verdure sono ricchi di acidi grassi omega. Sono anche disponibili sotto forma di integratori. La ricerca ha scoperto che i bambini con ADHD che assumevano questi integratori avevano un piccolo miglioramento nei loro sintomi ADHD.
Gli integratori possono avere tuttavia effetti collaterali. E non tutti i bambini con ADHD sono a basso contenuto di acidi grassi omega. Non dare a tuo figlio questi integratori senza parlare con il medico di tuo figlio.
– Consapevolezza: la consapevolezza è una pratica che incoraggia a concentrarsi sul momento presente. Imparare ad essere consapevoli non significa dover stare fermi, tuttavia, è un vantaggio per i bambini con ADHD. I bambini possono imparare tecniche diverse per essere vigili nel momento presente, come la respirazione profonda.
Imparare a concentrarsi sul presente aiuta i bambini a lasciar andare ciò che è già accaduto, il che può ridurre i sentimenti negativi. E evitare pensieri su ciò che accadrà in futuro, può ridurre l’ ansia .
– Cambiamenti nella dieta: i bambini con ADHD hanno maggiori probabilità di avere allergie e sensibilità alimentari. Quando i bambini mangiano cibo che non li fanno sentire bene, questo può influenzare il loro comportamento e peggiorare i loro sintomi di ADHD. Alcuni genitori possono provare a cambiare la ” terapia alimentare e nutrizionale ” per vedere se i cambiamenti della dieta possono essere d’aiuto.
In primo luogo, i bambini possono fare dei test per le allergie, che possono individuare quali alimenti stanno causando alcuni sintomi. Un bambino può risultare negativo per un’allergia ma ha ancora sensibilità alimentare.
Identificare la sensibilità alimentare di solito comporta la limitazione di un gruppo di alimenti e gradualmente aggiungerli, uno per uno. È importante consultare il medico di tuo figlio o un dietista prima di limitare la sua dieta.
Un’altra strategia (che non richiede la consulenza di un medico) è quella di tagliare zucchero raffinato, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, cibo con coloranti e altri alimenti trasformati. Anche se non si nota una riduzione del comportamento iperattivo, una dieta salutare è di beneficio per tutti in famiglia.

TRATTAMENTI ALTERNATIVI DELL’ADHD NON SUPPORTATI DALLA RICERCA
Ci sono altri trattamenti che potresti aver sentito dire che non sono stati trovati efficaci nella ricerca. Questi includono:
Integratori vitaminici, minerali e vegetali: potresti aver sentito che zinco, magnesio, ferro e altri tipi di supplementi possono migliorare il comportamento e ridurre i sintomi dell’ADHD. Non ci sono comunque ricerche in grado di supportare questa teoria. Non dare al tuo bambino alcun tipo di supplemento senza consultare il suo medico.
– Melatonina: i bambini con ADHD spesso hanno difficoltà ad addormentarsi . La melatonina da banco viene spesso indicata come una soluzione naturale, e non è raro che i genitori provino a vedere se può aiutare il loro bambino a rilassarsi e ad addormentarsi; inoltre non è stato testata che può essere di aiuto contro l’insonnia.
– Giochi “Train the brain”(allena la mente): i sostenitori affermano che questi giochi migliorano la memoria, l’attenzione e altre abilità. Ma non c’è nessuna ricerca che supporti questa affermazione. I bambini possono essere bravi a giocare, ma gli studi non hanno trovato miglioramenti generalizzati . Ciò significa che non c’è nessun miglioramento per la memoria complessiva di un bambino, per l’attenzione, per l’intelligenza o altre capacità cognitive. .
– Cura chiropratica: alcuni chiropratici ritengono che se il cranio non è allineato correttamente, può causare una pressione non uniforme sul cervello, portando a sintomi di ADHD. Sostengono che aggiustamenti attraverso la cura chiropratica possono correggere questo squilibrio, riducendo i sintomi di ADHD. Non ci sono ricerche che supportano questa affermazione.
– Lavanda e altri profumi: potresti aver sentito dire che l’utilizzo di alcuni profumi può aiutare con i sintomi dell’ADHD. Ma non esiste una ricerca che supporti l’aromaterapia come trattamento efficace per l’ADHD.

Se stai considerando un trattamento alternativo, assicurati di discuterne con il medico di tuo figlio prima di iniziare. Se a tuo figlio è stata recentemente diagnosticata l’ADHD, scopri cosa fare dopo . Scopri i diversi professionisti che possono aiutarti a trovare un efficace piano di trattamento dell’ADHD . E scopri le strategie che puoi provare a casa per aiutare il tuo bambino con ADHD.

DA PORTARE A CASA
• Se stai considerando un trattamento alternativo, parlane con il medico di tuo figlio prima di iniziare.
• Alcuni trattamenti alternativi per l’ADHD, come esercizio o consapevolezza, possono aiutare ad alleviare i sintomi dell’ADHD.
• Non dare mai un integratore al bambino senza consultare il medico.

* Kate Kelly è una scrittrice e redattrice freelance da più di 20 anni, con particolare attenzione alla genitorialità. Il suo lavoro è apparso in numerose pubblicazioni, tra cui Parents , American Baby , Shape , Baby Center e WebMD. E’ madre di tre figli e vive a Pittsburgh.

Fonte: understood.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.