Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Dalla meditazione al supporto offerto dagli amici. Ecco 6 metodi per lenire l’ansia senza farmaci by *Sandy Mainard

Per coloro che soffrono di Adhd, una piccola preoccupazione può rapidamente diventare un’attacco di ansia. Quando lo stress ci attanaglia cominciamo a procrastinare e questo non fa altro che esacerbare i sintomi dell’Adhd. Diventiamo più smemorati,più disorganizzati e distratti. Amy una mamma alla quale è stata diagnosticata l’Adhd è un’ansiosa. Nel suo lavoro di organizzatrice di eventi, Amy usa la sua tendenza all’ansia, per anticipare quelle rogne che potrebbero rovinare un evento. Questo è un punto a suo vantaggio nel lavoro, ma a casa Amy non riesce a spegnere l’interruttore.

La vita reale purtroppo non è semplice come organizzare un evento.La vita è veramente imprevedibile. Quando Amy ha compreso che le ansie inutili prosciugavano le sue energie mentali e le toglievano la demotivavano, ha apportato delle modifiche al suo quotidiano che le hanno consentito di trovare serenità. 

Ora, quando Amy si preoccupa per cose che sono al di fuori del suo controllo, la prima cosa che fa è scriverle su un pezzo di carta che poi strappa e butta via e così cessa di pensarvi. Inoltre si è iscritta ad un corso di yoga che la aiuta a ridurre l’ansia. Di seguito vi diamo altri suggerimenti su come Amy è riuscita a tenere l’ansia sotto controllo e a godersi di più la vita.

LIMITARE E POSPORRE LE PREOCCUPAZIONI
Fissare con un timer un lasso di tempo limitato in cui è permesso preoccuparsi. Scrivere su un foglio di carta le proprie preoccupazioni per riflettervi dopo. Spesso guardare a mente fresca qualcosa di cui ci si è preoccupati lo fa apparire irrilevante.

MIRARE ALLA PERFEZIONE MA ACCONTENTARSI DELL’IMPERFEZIONE
Dare il meglio di sè è sempre un buon obiettivo, ma bisogna ricordarsi che non è possibile essere al top in tutti gli aspetti del proprio lavoro, della vita privata senza che gli sforzi eccessivi in tale direzione non causino un esaurimento delle nostre energie. Una delle mie clienti ha delle grandi doti nella comunicazione tecnica. Quando ha iniziato a lavorare nel sistema sanitario si arrovellava affinchè ogni parola anche nelle mail ai colleghi fosse perfetta, causando talvolta anche ritardi nelle scadenze oltre ad un carico di ore di lavoro eccessivo. Decidemmo insieme di impegnare le sue migliori energie in quelle comunicazioni che le meritavano ed essere più superficiale nelle comunicazioni di ufficio.

FA’ QUELLO CHE E’ POSSIBILE
Pensare a tutti gli imprevisti, non rende la vita più prevedibile o sicura. Le preoccupazioni eccessive non ti permettono di godere del momento presente. Coloro che soffrono di Adhd temono che tutto vada storto perchè è successo spesso nel passato. Facendo le cose in modo diverso ti dà la certezza di aver fatto tutto ciò che era in tuo potere. Perciò puoi cessare di angosciarti. Una mamma con l’Adhd che era ansiosa nel lasciare il proprio neonato con una baby sitter quando dovette riprendere il lavoro, installò delle telecamere che le permettevano di monitorare il lavoro della donna. Ciò fu sufficiente a tranquillizzarla.

MODIFICA I PENSIERI NEGATIVI RIFORMULANDOLI
Molti soggetti con l’Adhd soffrono di scarsa autostima che risulta in pensieri negativi. Contrastando i pensieri negativi con il loro opposto può stroncare la negatività. Sam un giovane avvocato che era stato assunto da un importante studio legale , era angosciato dal pensiero di fallire. Decidemmo insieme che quando la paura di fallire l’attanagliava, doveva ricordarsi che la persona più influente dello studio aveva deciso di assumere proprio lui e non altri candidati.

CONFIDA LE TUE PREOCCUPAZIONI AD UN AMICO CHE TI POSSA SOSTENERE POSITIVAMENTE
Stavo incontrando grosse difficoltà nello scegliere un abito da indossare per il matrimonio di mio figlio. Sarebbe dovuta essere un’esperienza piacevole ed invece stava diventando un incubo perchè ero paralizzata da mille dubbi:era troppo corto? era il colore sbagliato? troppo eccentrico? troppo banale? decisi allora di chiedere ad un’amica di accompagnarmi nello shopping, questo fu sufficiente per fugare i miei dubbi e riuscii a trovare grazie anche al suo sostegno, l’abito perfetto per un giorno indimenticabile.

APPRENDI TECNICHE DI RILASSAMENTO
Delle semplici tecniche di respirazione, la meditazione, ed il progressivo rilassamento dei muscoli possono essere messi in pratica ogni volta che l’ansia prende il sopravvento e paralizza la nostra azione. Molti studi dimostrano che la meditazione riduce lo stress ed aiuta la concentrazione.

* Sandy Maynard vive a Washington, DC, dove gestisce il coaching catalitico . E’ stata determinante nello sviluppo delle linee guida di Coaching The National Attention Deficit Disorder ed è membro del consiglio di fondazione per l’Institute for the Advancement of ADHD Coaching (IAAC).

Fonte: Additudemag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *