Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Come gestire il bambino ADHD durante le vacanze (se è senza la terapia) by *Marie Miguel

I genitori di bambini con ADHD (Disturbo da deficit di attenzione e iperattività) hanno difficoltà a gestire la vita di tutti i giorni, ma le vacanze possono essere un incubo per alcuni. Tuttavia, non deve essere così. Ci sono modi per rendere le vacanze più facili per te e tuo figlio, perché ammettiamolo, quando le cose sono difficili per te, è difficile anche per tuo figlio.

Lavora sulla strutturazione della giornata 

Quando la scuola è chiusa, il bambino ha troppo tempo libero e chiunque abbia bambini sa che questo non è buono, anche per i bambini senza ADHD. Con un bambino che ha ADHD, troppo tempo libero può diventare un forte mal di testa per tutti in casa. Il tuo bambino ha bisogno di attenersi ad un programma sia che ci sia la scuola o sia in vacanza.

Ora, so che questo può essere più facile a dirsi che a farsi, ma per essere onesti, dipende tutto da te: impostare un programma, renderà la tua vita molto più confortevole. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti con gli orari durante le vacanze:

  • Attenersi a un piano simile a quello che fareste durante la scuola.
  • I pasti siano regolari a orari prestabiliti.
  • Tenerli occupati con faccende e altre attività che possono eseguire grazie ad un elenco di lavoretti.
  • Pianifica le attività fisiche per il tuo bambino, anche quando fuori fa freddo. Hanno bisogno di fare molto esercizio fisico.
  • Quando visiti la famiglia e gli amici, assicurati di elencare le regole e quali sono i vantaggi di seguirle scrivendo su un “brogliaccio” che può leggere e seguire.
  • Se il tuo bambino prende i farmaci, assicurati che il bambino prenda i suoi farmaci al momento giusto ogni giorno.
  • Trova il tempo per trascorrere del tempo uno ad uno con il tuo bambino ogni giorno.
  • Assicurati che il resto della famiglia sia coinvolto nella pianificazione e nel rispetto delle regole.

Crea un calendario

Costruisci un calendario per il tuo bambino che include tutte le attività quotidiane, cose come gite in famiglia, serate di gioco e anche pasti. Può aiutare cercando idee su ciò che amano fare durante il loro tempo libero. Appendi il calendario da qualche parte dove puoi vederlo tutti i giorni, come ad esempio il frigorifero. Quindi assicurati di esaminarlo tutti i giorni, in modo che tuo figlio sappia cosa sta succedendo e cosa farà.

Imposta ricompense e conseguenze

Assicurati che tuo figlio sappia cosa si aspetta da lui o lei e cosa otterrà se seguirà le regole. Il rinforzo positivo è molto importante per i ragazzi con ADHD e può fare la differenza tra una vacanza obbrobriosa e una divertente vacanza in famiglia.

Assicurati che i dettagli e le istruzioni siano incrementate in piccole dosi e mantieni il contatto visivo quando parli con tuo figlio. Scrivi le cose e fagli tenere le note come fossero biglietti premio, in modo che possa trasformarle in seguito in premi dopo una giornata in cui si è ben comportato.

Questo è essenziale. I bambini con ADHD non sono bravi nell’attendere; quindi devono essere ricompensati entro un breve periodo per avere l’effetto migliore. Ad esempio, se tuo figlio è stato in gamba a casa della nonna e del nonno, può consegnarti il biglietto premio sulla strada di casa al fine di avere un trattamento speciale, come giocare al suo videogioco preferito per un’ora più del solito o stare alzato più del solito a guardare la televisione.

Aiuta anche te stesso

È difficile per te come genitore occuparti dell’ADHD di tuo figlio insieme ad altre attività e responsabilità quotidiane. Devi prendere il tempo per aiutare te stesso. Potresti aver bisogno di parlare con qualcuno, come un amico o un familiare. Tuttavia, a volte devi parlare con un professionista che ti aiuti ad affrontare l’ansia, la depressione e altre emozioni che potresti provare.

* Marie Miguel è un’avida ricercatrice su Internet. È alimentata dalla sua determinazione nel rispondere alle molte domande per le quali non è stata in grado di trovare altrove la risposta. Quando trova delle risposte adeguate le piace diffondere la conoscenza ad altri che sono in cerca di aiuto. E per questo, di tanto in tanto pubblica i suoi contenuti su diversi siti Web e blog. 

Fonte: mylittlevillagerscom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *