Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

Chi dice che l’ADHD è un disturbo moderno? La storia precoce del disturbo da deficit di attenzione e iperattività. by *Jose Martinez-Badía e *Jose Martinez-Raga

Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) è un disordine complesso, eterogeneo e multifattoriale del neurosviluppo caratterizzato da sintomi persistenti di disattenzione, iperattività e impulsività. Sebbene la prima descrizione clinica di una costellazione di sintomi altamente somigliante a ciò che attualmente potrebbe essere diagnosticata come ADHD è generalmente attribuita a George F Still nel 1902, ci sono notizie storiche, scientifiche e non scientifiche, sparse ma significative pubblicate, molto prima di Still’sconferenze, di ciò che è attualmente concettualizzato come ADHD.

Il presente rapporto intendeva esplorare la storia iniziale dell’ADHD, prima del 20 °secolo nella letteratura medica e in altre fonti storiche, per fornire a clinici, ricercatori e altri professionisti una migliore comprensione delle radici e dell’attuale concettualizzazione di questo disturbo. È possibile trovare indizi e descrizioni altamente suggestive di individui che presentano sintomi simili a ciò che è attualmente definito come ADHD nella letteratura, nei dipinti o nella Bibbia.

Tuttavia, i primi resoconti medici di individui con disabilità, distrazione e iperattività anormali risalgono all’ultimo quarto del XVIII secolo, inclusi in due dei primi libri di testo specificamente sul tema delle malattie mentali, pubblicati dal tedesco Melchior Adam Weikard. e lo scozzese Sir Alexander Crichton. Durante il 19 °alcuni eminenti medici provenienti da Germania, Francia o Gran Bretagna, come Charles West, Thomas C Albutt, Thomas S Clouston, William W, Irlanda, John Haslam, Heinrich Neumann, o Désiré-Magloire Bourneville, tra gli altri hanno fornito rappresentazioni cliniche di pazienti che molto probabilmente al momento sarebbe stato diagnosticato come affetto da ADHD.

Mentre alcuni dei bambini descritti da Still e dai suoi predecessori possono aver sofferto di una varietà di disturbi neurologici e psichiatrici, molti di questi pazienti hanno mostrato chiari sintomi di ADHD e possono presentare disturbi comorbili, come è comunemente il caso nella pratica clinica.

N.B.: il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) è una patologia neurosviluppo molto diffusa nei bambini e negli adulti. Sebbene la concettualizzazione e la diagnosi di questo disturbo sia spesso controversa, non è un’invenzione moderna. Ci sono significativi rapporti pubblicati storici medici, e non scientifici di individui con sintomi di disattenzione, distraibilità e iperattività, prima del 20 ° secolo, dopo l’ultimo quarto del 18 ° secolo. Il presente lavoro esplora la storia iniziale dell’ADHD nella letteratura medica e in altre fonti storiche, per comprendere meglio le radici e l’evoluzione della concettualizzazione di questo disturbo.

*Jose Martinez-Badía – Facoltà di Storia Università di Valencia (Spagna)
*Jose Martinez-Raga – Unità didattica di Psichiatria e Psicologia Clinica, Università di Valencia; Ospedale universitario Medico Peset e Università CEU Cardenal Herrera, Valencia (Spagna).

Fonte: National Center for Biotechnology Information (NCBI), E’ il Centro Nazionale per le Informazioni Biotecnologiche, ed è parte della National Library of Medicine (Biblioteca nazionale americana di medicina), che dipende a sua volta dall’Istituto per la salute americano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.