Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

ADHD, il disturbo da iperattività taglia di 10 anni le aspettative di vita by redazione Bliz Quotidiano

Il disturbo da iperattività e deficit di attenzione (il cosiddetto ADHD), se diagnosticato da piccoli, riduce considerevolmente le aspettative di vita. Di almeno dieci anni.

L’ADHD , infatti, non solo si associa a maggior rischio di incidenti ma anche a problemi di salute che vanno dal fumo all’obesità

Lo rivela uno studio di Russell Barkley dell’Università del South Carolina, in via di pubblicazione sul Journal of Attention. L’ADHD è uno dei disturbi comportamentali più comuni dell’età evolutiva che colpisce fino al 5-7% della popolazione in età scolastica e che non regredisce nel corso dello sviluppo – molti soggetti che presentano il disturbo nella fanciullezza continueranno a manifestare l’ADHD in età adulta.

Il disturbo, caratterizzato da deficit di attenzione, tendenza a distrarsi, difficoltà a contenere i comportamenti, atteggiamenti impulsivi e difficoltà a portare a termine un compito, persiste nell’adolescenza in più dell’80% dei casi e nell’età adulta in più del 50% dei casi. Nello studio Barkley ha trovato che un bambino con ADH ha quasi 10 anni in meno di aspettativa di vita in salute rispetto a un coetaneo senza disturbo e oltre 8 anni di aspettativa di vita totale in meno.

Inoltre è emerso che se l’ADHD persiste  fino all’età adulta: la riduzione dell’aspettativa di vita in salute per il bambino è di quasi 13 anni e di oltre 11 l’aspettativa di vita totale. Questi risultati sono coerenti con dati secondo cui il rischio di morte in età infantile per un bambino con ADHD è quasi doppio rispetto a un coetaneo senza disturbo, per un adulto con ADHD il rischio è quasi di 5 volte maggiore. Il problema è che l’ADHD non solo si associa a maggior rischio di incidenti ma anche a problemi di salute che vanno dal fumo all’obesità. Il disturbo non solo rende più difficile il percorso scolastico, ma in generale è un ostacolo anche nella vita di tutti i giorni e quindi non favorisce ad esempio l’adozione e il mantenimento di corretti stili di vita (sana alimentazione, corretta igiene del sonno, pratica sportiva etc), tutti fattori che possono spiegare perché con ADHD si vive di meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.