Convivere con l'adhd

Adhd: non ci siamo scelti, troppo spesso non ci vuoi…… lasciare

1° MAGGIO FESTA…. DI CHI IL LAVORO LO HA

L’Art.  1 della Costituzione Italiana, cita:  “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”. Dovrebbe essere per tutti così, anche per le persone con disabilità.

Purtroppo l’ISTAT dice che solo il 19,7% delle persone con disabilità nella fascia d’età 15-64 anni ha una occupazione. La quota invece di coloro che sono inattivi tra le persone con disabilità, risulta essere più che doppia sfiorando punte del 70% contro circa il 30% tra le persone con disabilità.

Se guardiamo poi  che da una vecchia ricerca del 2005 (quando ancora non eravamo entrati nella attuale spirale di crisi economica) curata dall’Agenzia Umbria Lavoro dal titolo “ Le fasce deboli nel mercato del lavoro regionale” alla pag. 288 sdiceva che coloro che avevano le disabilità psichiche o mentali sarebbero stati accettati dalle imprese nella misura dell’8,4% contro il 50% delle categorie della disabilità fisica, allora dovremmo dire che di quel 19,7%  solo il 3,31%  sarebbero coloro con che hanno disabilità psichica o mentale.

“Una guerra fra poveri” che comunque ghettizza ancora di più coloro che hanno una disabilità che non è fisica.

C’è urgenza di una politica che inizi a salvaguardare i diritti delle persone con disabilità, in particolare per i “più poveri dei poveri” (cit. Madre Teresa di Calcutta).

Convivere con l’ADHD continuerà ad alzare la voce e terrà alta l’attenzione perché ci sia una giustizia anche terrena, oltre che quella divina, utilizzando i mezzi che la Costituzione mette a disposizione.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.